NASpI: indennità mensile di disoccupazione (per lavoratori subordinati con rapporto di lavoro cessato involontariamente dal 1° maggio 2015)

NASpI: indennità mensile di disoccupazione (per lavoratori subordinati con rapporto di lavoro cessato involontariamente dal 1° maggio 2015)

Cosa è la NASpI?

La NASpI (Nuova Assicurazione sociale per l’impiego) è un’indennità erogata mensilmente al lavoratore che abbia perso involontariamente la propria occupazione. Si tratta nello specifico di una misura di sostegno del reddito prevista a favore di coloro che siano soggetti ad un rapporto di lavoro subordinato.

I requisiti per ottenere la NASpI

Per poter ottenere la NASpI sono necessari i seguenti requisiti:

  • Stato di disoccupazione:la perdita del lavoro deve derivare da cause indipendenti dalla volontà del lavoratore;
  • requisito contributivo: tredici settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione;
  • requisito lavorativo: trenta giorni di lavoro effettivo nei dodici mesi precedenti l’inizio della disoccupazione. Va segnalato che il Decreto Sostegni (Decreto legge 22 marzo 2021, n.41) ha eliminato tale vincolo per le indennità di disoccupazione concesse dal 23 marzo e  fino al 31 dicembre 2021.

Una volta in possesso dei predetti requisiti, per poter usufruire della NASpI, l’interessato deve presentare apposita domanda all’INPS.

Come e quando fare la domanda?

La richiesta NaspI può essere presentata:

  1. In autonomia, attraverso procedura online. E’ possibile accedere al sito dell’INPS https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx mediante SPID, Carta Nazionale dei Servizi, PIN ordinario (sequenza alfanumerica di 16 caratteri che può essere richiesta tramite il portale INPS, oppure via telefono) o PIN dispositivo (sequenza alfanumerica di 8 caratteri che può essere ottenuta nell’immediato, recandosi di persona a uno sportello INPS fisico). Una volta effettuato l’accesso si potrà inoltrare la domanda tramite l’apposito servizio messo a disposizione dall’Ente.
  2. Mediante ausilio degli Enti di Patronato: tali enti possono fare da intermediari ed aiutare il lavoratore ad inoltrare la domanda per via telematica.
  3. Rivolgendosi al Contact Center dell’INPS: digitando il numero 803164 da rete fissa oppure 06 164 164 da rete mobile.

La domanda NASpI deve essere effettuata entro 68 giorni a partire dalla data in cui si è perso il lavoro.  In particolare il termine di decadenza decorre da/dalla:

  • conclusione del rapporto di lavoro subordinato;
  • cessazione del periodo di maternità indennizzato, se si tratta di maternità insorta durante il rapporto di lavoro;
  • cessazione del periodo di maternità indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale, se avvenuti durante il periodo del rapporto di lavoro;
  • 38esimo giorno dopo la data di cessazione del rapporto di lavoro subordinato, in caso di licenziamento per giusta causa;
  • cessazione del periodo corrispondente all’indennità di mancato preavviso ragguagliato a giornate;
  • definizione dell’eventuale vertenza sindacale o dalla data di notifica dell’eventuale sentenza giudiziaria.

L’interessato può richiedere la NASpI tutte le volte che sia in possesso dei requisiti previsti dalla normativa.

L'importo della NASpI

L’importo della NASpI coincide con il 75% della retribuzione media mensile percepita dal lavoratore negli ultimi 4 anni. L’ammontare dell’indennità non rimane invariata per tutta la durata dell’erogazione, ma diminuisce mensilmente.

La durata dell’indennità di disoccupazione varia a seconda della situazione contributiva del soggetto: l’erogazione è corrisposta per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni.

Il pagamento della NASpI

L’indennità di disoccupazione viene versata direttamente dall’INPS su:

  • Conto corrente bancario o postale;
  • Libretto postale;
  • Bonifico presso ufficio postale del comune di residenza dell’interessato oppure a domicilio.

La NASpI viene corrisposta mensilmente.

Per quanto attiene alle tempistiche di erogazione va segnalato che non è disponibile un calendario di riferimento dei pagamenti NASpI INPS 2021. I tempi di pagamento dipendono da sede a sede, dai tempi di lavorazione delle domande e da altri fattori.

La sopensione della NASpi

L’indennità di disoccupazione è sospesa in caso di:

  • Rioccupazione con contratto di lavoro subordinato di durata non superiore a sei mesi;
  • Nuova occupazione nei paesi dell’UE o cui l’Italia ha stipulato convenzioni bilaterali in tema di assicurazione contro la disoccupazione o in paesi extracomunitari.